Cos'è Donna a Sud?

In primis è un’iniziativa che parte dal basso, che nasce a sud di Taranto, al quartiere Tamburi, quartiere nato a sud del più grande e inquinante colosso industriale, Ilva. 

Il festival, ideato e diretto da Tiziana Magrì è giunto all’edizione 2018, è il tassello finale di un percorso di aggregazione virtuale in cui donne e uomini, che hanno voglia di parlare e far parlare il loro Sud, mettono a disposizione la propria professionalità a servizio di un’idea di bene che si irradi a tutta la comunità. 

Per questo sta nascendo una Fondazione , che sarà il motore per la reale parità sociale ed economica, per il
raggiungimento delle pari opportunità.

Il Festival punta l’attenzione in particolare verso le donne che e a Sud sono nate, ci vivono o sono dovute
andar via. Donna a sud è la forza di tutte le donne che nonostante le difficolta hanno deciso di restare, di
tutte quelle donne che coraggiosamente sono tornate e che lottano per tornare.
Giornaliste, scrittrici, filosofe, professioniste, manager e artiste a tutto tondo si raccontano, e ci raccontano storie, fatti, accadimenti sotto ogni forma verso l’unico obiettivo che è quello di diffondere la cultura paritaria al fine di sgretolare quei fenomeni di discriminazione, sfruttamento, 

ingiustizia, violenza che ne fanno della donna, tutt’oggi, un soggetto emarginato.

 

Il Festiva Donna a Sud propone attraverso questo scambio culturale al femminile di promuovere con incontri trasversali la reale parità tra donne e uomini.

 

“Donna A Sud” è una sinergie di attività che comprende presentazioni di libri, mostre fotografiche, percorsi di valorizzazione del territorio, teatro, musica ed ogni forma d’arte che miri a valorizzare le competenze ed accrescere la sensibilità comune sul ruolo della donna, inserita in ogni contesto sociale, promuovendo la reale parità di genere con gli uomini.

Compito primo del progetto e costituenda Fondazione è la promozione sociale legata al territorio a tutela delle fasce più deboli, tra cui la donna.

Come ogni anno anche quest’anno il festival delle Culture al Femminile del Mediterraneo Donna a Sud” si pone un obiettivo sociale: garantire e favorire l’integrazione di donne migrate e disagiate attraverso progetti d’inclusione al lavoro attraverso laboratori e workshop da realizzare in collaborazione con realtà del territorio.